Contestazione disciplinare ed accesso del lavoratore alla relativa documentazione.

17 novembre 2017 Con una recente sentenza (Cass. 23408/17), la Corte di Cassazione torna a pronunciarsi su una materia spinosa e che dà sovente luogo a contenziosi giudiziari, vale a dire il diritto del lavoratore - al quale sia stata contestata una mancanza disciplinarmente rilevante - di avere contezza sin da subito della documentazione sulla quale gli addebiti si fondano, al fine di un ...

Continua a leggere...

Incentivo strutturale all'occupazione giovanile stabile

10 novembre 2017 Il DDL Bilancio 2018, all’esame del Senato della Repubblica dal 29 ottobre u.s. con numero A.S.2960, prevede una nuova versione (la 4.0) degli sgravi contributivi con cui, a partire dal 2015, il Governo Renzi e, poi, il Governo Gentiloni hanno tentato di incentivare le assunzioni a tempo indeterminato.Come noto, infatti, le predette assunzioni – nel rispetto di alcune...

Continua a leggere...

Accordo sindacale sul premio di produttività

  Il 7 novembre 2017 è stato siglato presso l’Istituto Europeo di Oncologia di Milano un importante accordo sindacale nel quale, grazie ad una proficua collaborazione con le OO.SS., si prevede l’erogazione di tutto il premio di produttività tramite welfare aziendale per quattro anni con somme crescenti.Grazie a tale accordo i lavoratori potranno beneficiare di un va...

Continua a leggere...

Avviate le trattative sindacali per il personale non medico

27 luglio 2017 Pubblichiamo la comunicazione congiunta resa da Aris e Aiop sull'apertura del tavolo negoziale. Comunicazione di Aris e Aiop

Continua a leggere...

Accordo per i servizi minimi essenziali in caso di sciopero

14 luglio 2017 Pubblichiamo l'accordo sui servizi minimi essenziali in caso di sciopero, recentemente sottoscritto presso l'Istituto Clinico Città di Pavia. verbale di accordo

Continua a leggere...

Convertita in legge la manovra finanziaria correttiva 2017

27 giugno 2017 Sulla G.U. del 23 giugno u.s., è stata pubblicata la legge di conversione della manovra finanziaria correttiva predisposta dal Governo e molto discussa negli ultimi periodi (l. 96/2017).Per quanto riguarda gli aspetti giuslavoristici, la legge – oltre ad introdurre, come anticipato con precedente news del 19 giugno u.s., la disciplina delle prestazioni occasionali (al fine di sosti...

Continua a leggere...

Corsi di formazione

20 aprile 2017 Ripartono i corsi di formazione dell'Aris e di Costantino&partners. Di seguito il calendario degli incontri corredato da una breve sintesi sui principali argomenti che saranno, di volta in volta, affrontati. Calendario corsi Le relazioni sindacali

Continua a leggere...

Consiglia

Istituzione della Gestione Separata ENPAPI e regime transitorio

31/05/2013

Si informano le strutture associate che l’ENPAPI (Ente Nazionale di Previdenza e Assistenza della Professione Infermieristica), con circolari n. 1 e 2 del 24 aprile scorso, ha regolamentato il regime previdenziale per i propri iscritti titolari di un rapporto di collaborazione, nonché il relativo regime sanzionatorio e transitorio.
In base a quanto stabilito dall’art. 8 del decreto legge n. 95/2012 (convertito in legge n. 135/2012), a decorrere dal 1° gennaio 2012, infatti, è stata istituita la Gestione Separata ENPAPI, alla stregua della Gestione Separata INPS, alla quale sono obbligatoriamente iscritti gli infermieri, gli infermieri pediatrici e gli assistenti sanitari che svolgono attività di natura infermieristica nella forma di collaborazione coordinata e continuativa o a progetto, ovvero di collaborazione occasionale di cui all’art. 61, comma 2, del decreto legislativo n. 276/2003 (“mini co.co.co”).
 In attuazione della richiamata normativa, l’ENPAPI ha elaborato il Regolamento di Previdenza e Assistenza della Gestione Separata, approvato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, il 29 marzo scorso, contenente le disposizioni di seguito sintetizzate.

Aliquote contributive
L’aliquota contributiva applicata sui compensi percepiti dagli iscritti alla Gestione Separata non assicurati presso altra forma di previdenza obbligatoria o non titolari di pensione è pari, per gli anni 2012 e 2013, al 27% - elevata al 28% dall’anno 2014 - alla quale si aggiunge un’ulteriore contribuzione dello 0,72% destinato al finanziamento dell’indennità di maternità, di malattia e di degenza ospedaliera, del congedo parentale e dell’assegno per nucleo familiare.
Per i titolari di un rapporto di collaborazione già assicurati presso altra forma di previdenza obbligatoria o titolari di trattamento pensionistico, le aliquote contributive sono state stabilite nella misura del 18% per l’anno 2012, del 20% per l’anno 2013 e del 21% per l’anno 2014.

Ripartizione dell’onere contributivo e versamento
Come previsto per la Gestione Separata INPS, la contribuzione dovuta all’ENPAPI è ripartita per due terzi a carico del committente e per un terzo a carico del collaboratore, nei limiti dei massimali e minimali annualmente stabiliti  (i massimali, per gli anni 2012 e 2013, sono pari, rispettivamente, a 96.149,00 euro e 99.034,00 euro, mentre i minimali, per i medesimi anni, sono pari a 14.930,00 euro e 15.357,00 euro).
Il versamento della contribuzione complessiva viene effettuato dal committente, entro il giorno 16 del mese successivo a quello di corresponsione del compenso, a mezzo bonifico bancario (IBAN: IT 10 D 05696 03211 00007888X31), che dovrà essere predisposto attraverso l’utilizzo del software DARC disponibile per i committenti e gli intermediari abilitati sul sito www.enpapi.it.
Sul sito dell’Ente, a partire dal corrente mese di maggio, sono altresì disponibili le circolari informative e la modulistica per l’iscrizione all’ENPAPI.

Regime transitorio
Con delibera del Consiglio di Amministrazione n. 142 del 16 aprile 2013, l’ENPAPI ha stabilito un periodo transitorio per permettere ai committenti di adeguarsi ai nuovi obblighi contributivi.
In particolare, entro il 30 giugno 2014, dovranno pervenire all’Ente sia le denunce arretrate (dal 1° gennaio 2012), sia i relativi pagamenti, utilizzando l’apposito software DARC e previa registrazione della propria posizione previdenziale.
L’ENPAPI ha poi precisato che la regolarizzazione del periodo pregresso entro il 30 giugno 2014 non comporterà l’applicazione del regime sanzionatorio contenuto dall’art. 5 del Regolamento nei casi di evasione e omissione contributiva (lo stesso previsto per la Gestione Separata INPS).

 

pdf-icon Versione stampabile