Contestazione disciplinare ed accesso del lavoratore alla relativa documentazione.

17 novembre 2017 Con una recente sentenza (Cass. 23408/17), la Corte di Cassazione torna a pronunciarsi su una materia spinosa e che dà sovente luogo a contenziosi giudiziari, vale a dire il diritto del lavoratore - al quale sia stata contestata una mancanza disciplinarmente rilevante - di avere contezza sin da subito della documentazione sulla quale gli addebiti si fondano, al fine di un ...

Continua a leggere...

Incentivo strutturale all'occupazione giovanile stabile

10 novembre 2017 Il DDL Bilancio 2018, all’esame del Senato della Repubblica dal 29 ottobre u.s. con numero A.S.2960, prevede una nuova versione (la 4.0) degli sgravi contributivi con cui, a partire dal 2015, il Governo Renzi e, poi, il Governo Gentiloni hanno tentato di incentivare le assunzioni a tempo indeterminato.Come noto, infatti, le predette assunzioni – nel rispetto di alcune...

Continua a leggere...

Accordo sindacale sul premio di produttività

  Il 7 novembre 2017 è stato siglato presso l’Istituto Europeo di Oncologia di Milano un importante accordo sindacale nel quale, grazie ad una proficua collaborazione con le OO.SS., si prevede l’erogazione di tutto il premio di produttività tramite welfare aziendale per quattro anni con somme crescenti.Grazie a tale accordo i lavoratori potranno beneficiare di un va...

Continua a leggere...

Avviate le trattative sindacali per il personale non medico

27 luglio 2017 Pubblichiamo la comunicazione congiunta resa da Aris e Aiop sull'apertura del tavolo negoziale. Comunicazione di Aris e Aiop

Continua a leggere...

Accordo per i servizi minimi essenziali in caso di sciopero

14 luglio 2017 Pubblichiamo l'accordo sui servizi minimi essenziali in caso di sciopero, recentemente sottoscritto presso l'Istituto Clinico Città di Pavia. verbale di accordo

Continua a leggere...

Convertita in legge la manovra finanziaria correttiva 2017

27 giugno 2017 Sulla G.U. del 23 giugno u.s., è stata pubblicata la legge di conversione della manovra finanziaria correttiva predisposta dal Governo e molto discussa negli ultimi periodi (l. 96/2017).Per quanto riguarda gli aspetti giuslavoristici, la legge – oltre ad introdurre, come anticipato con precedente news del 19 giugno u.s., la disciplina delle prestazioni occasionali (al fine di sosti...

Continua a leggere...

Corsi di formazione

20 aprile 2017 Ripartono i corsi di formazione dell'Aris e di Costantino&partners. Di seguito il calendario degli incontri corredato da una breve sintesi sui principali argomenti che saranno, di volta in volta, affrontati. Calendario corsi Le relazioni sindacali

Continua a leggere...

Consiglia

Decontribuzione per l'anno 2011

5 luglio 2012

Con la recente pubblicazione del Decreto Ministeriale del 24 gennaio 2012, il competente Ministero del Lavoro ha reso note le condizioni e le modalità operative per la concessione della c.d. decontribuzione alle somme premiali erogate nel corso dell’anno 2011 in virtù di accordi decentrati debitamente depositati presso la competente Direzione Territoriale del Lavoro almeno entro il prossimo 8 luglio 2012 (termine che, trattandosi di giorno festivo, si ritiene possa finanche essere prorogato al giorno successivo, lunedì 9 luglio 2012).
A breve, pertanto, saranno fornite dall’Inps le istruzioni operative al fine di presentare l’apposita domanda volta ad accedere al beneficio in questione, il quale – ai sensi dell’art. 2 del decreto sopra citato – comporta uno sgravio contributivo sulla quota costituita dalle erogazioni previste dai contratti collettivi aziendali e territoriali, ovvero di secondo livello, nella misura del 2,25% per cento della retribuzione contrattuale percepita.
Come negli anni passati, tale sgravio è totale per i lavoratori (i quali, pertanto, entro il limite suddetto, non sono tenuti a versare alcuna contribuzione sulle somme in questione), ed è fissato, invece, nella misura del 25% per i datori di lavoro.
Quanto alla corretta individuazione delle somme che potranno essere assoggettate a decontribuzione, si è già evidenziato in precedenti note che l’art. 53 del d.l. 78/2010 fa riferimento alle medesime voci retributive rientranti nella detassazione.
Il decreto, pertanto, conferma la possibilità di decontribuire le erogazioni derivanti da contratti collettivi di secondo livello che siano “correlate ad incrementi di produttività, qualità, redditività, innovazione ed efficienza organizzativa, oltre che collegate ai risultati riferiti all'andamento economico o agli utili della impresa o a ogni altro elemento rilevante ai fini del miglioramento della competitività aziendale”.
Tuttavia, presumibilmente al fine di giustificare una nozione di tali compensi più restrittiva di quella fornita ai fini della detassazione, nelle premesse del decreto si è precisata “l'esigenza che, ai fini dell'ammissione al beneficio contributivo” gli accordi decentrati prevedano anche “criteri di misurazione e valutazione economica della produttività, della qualità, della redditività, dell'innovazione e dell'efficienza organizzativa, sulla base di indicatori assunti a livello territoriale con riferimento alla specificità di tutte le imprese del settore”.
Per quanto sopra, occorrerà attendere ulteriori chiarimenti al fine di verificare se sarà possibile assoggettare a decontribuzione tutte le somme detassate nel corso dell’anno 2011.
Nelle more, nondimeno, si conferma l’opportunità di depositare presso le competenti DTL, entro il termine suddetto, tutti gli accordi stipulati in materia di detassazione, al fine di evitare eventuali preclusioni nel caso in cui le amministrazioni competenti (Ministero del Lavoro ed Inps) dovessero adottare un’interpretazione estensiva.