Contestazione disciplinare ed accesso del lavoratore alla relativa documentazione.

17 novembre 2017 Con una recente sentenza (Cass. 23408/17), la Corte di Cassazione torna a pronunciarsi su una materia spinosa e che dà sovente luogo a contenziosi giudiziari, vale a dire il diritto del lavoratore - al quale sia stata contestata una mancanza disciplinarmente rilevante - di avere contezza sin da subito della documentazione sulla quale gli addebiti si fondano, al fine di un ...

Continua a leggere...

Incentivo strutturale all'occupazione giovanile stabile

10 novembre 2017 Il DDL Bilancio 2018, all’esame del Senato della Repubblica dal 29 ottobre u.s. con numero A.S.2960, prevede una nuova versione (la 4.0) degli sgravi contributivi con cui, a partire dal 2015, il Governo Renzi e, poi, il Governo Gentiloni hanno tentato di incentivare le assunzioni a tempo indeterminato.Come noto, infatti, le predette assunzioni – nel rispetto di alcune...

Continua a leggere...

Accordo sindacale sul premio di produttività

  Il 7 novembre 2017 è stato siglato presso l’Istituto Europeo di Oncologia di Milano un importante accordo sindacale nel quale, grazie ad una proficua collaborazione con le OO.SS., si prevede l’erogazione di tutto il premio di produttività tramite welfare aziendale per quattro anni con somme crescenti.Grazie a tale accordo i lavoratori potranno beneficiare di un va...

Continua a leggere...

Avviate le trattative sindacali per il personale non medico

27 luglio 2017 Pubblichiamo la comunicazione congiunta resa da Aris e Aiop sull'apertura del tavolo negoziale. Comunicazione di Aris e Aiop

Continua a leggere...

Accordo per i servizi minimi essenziali in caso di sciopero

14 luglio 2017 Pubblichiamo l'accordo sui servizi minimi essenziali in caso di sciopero, recentemente sottoscritto presso l'Istituto Clinico Città di Pavia. verbale di accordo

Continua a leggere...

Convertita in legge la manovra finanziaria correttiva 2017

27 giugno 2017 Sulla G.U. del 23 giugno u.s., è stata pubblicata la legge di conversione della manovra finanziaria correttiva predisposta dal Governo e molto discussa negli ultimi periodi (l. 96/2017).Per quanto riguarda gli aspetti giuslavoristici, la legge – oltre ad introdurre, come anticipato con precedente news del 19 giugno u.s., la disciplina delle prestazioni occasionali (al fine di sosti...

Continua a leggere...

Corsi di formazione

20 aprile 2017 Ripartono i corsi di formazione dell'Aris e di Costantino&partners. Di seguito il calendario degli incontri corredato da una breve sintesi sui principali argomenti che saranno, di volta in volta, affrontati. Calendario corsi Le relazioni sindacali

Continua a leggere...

Consiglia

Entrato in vigore il decreto correttivo del Jobs Act .

25 ottobre 2016

Lo scorso 10 ottobre 2016 è entrato in vigore il d.gls. 185/2016, mediante il quale il Governo ha attuato alcune correzioni alla riforma del lavoro realizzata mediante il cd Jobs Act.
Per quanto riguarda i rapporti di lavoro, la principale novità riguarda il lavoro accessorio.
L’art. 1 del citato Decreto, infatti, prevede l’obbligo, per i committenti che ricorrano a tale fattispecie contrattuale (nell’ambito della quale, si rammenta, il lavoratore viene remunerato mediante voucher già contenenti al proprio interno la contribuzione Inps ed Inail) di comunicare alla sede territoriale competente dell'Ispettorato nazionale del lavoro, mediante sms o posta elettronica, i dati anagrafici o il codice fiscale del lavoratore, indicando, altresì, il luogo, il giorno e l'ora di inizio e di fine della prestazione.
Tale comunicazione deve essere effettuata con un preavviso di almeno 60 minuti e la violazione dell’obbligo in questione comporta l’applicazione di una sanzione amministrativa di importo variabile da euro 400 ad euro 2.400.
Il Decreto, inoltre, apporta alcune modifiche alla vigente normativa in materia di apprendistato, ammortizzatori sociali, ispezioni sul lavoro, politiche attive e lavoro dei disabili.
Con riferimento a tale ultimo argomento, il nuovo testo legislativo precisa che la computabilità dei lavoratori già disabili prima della costituzione del rapporto di lavoro, anche se non assunti tramite il collocamento obbligatorio, riguarda i lavoratori che abbiano una riduzione della capacità lavorativa anche solamente pari, e non superiore, al 60 per cento.
Inoltre, viene modificata parzialmente la disciplina sanzionatoria prevista in caso di violazione dell’obbligo di invio del prospetto informativo o di mancata copertura della quota d’obbligo, precisando che in tale ultima ipotesi (mancata copertura delle quote di riserva) è applicabile la procedura della diffida accertativa da parte degli Ispettori del Lavoro.
Infine, il Decreto in esame modifica marginalmente la normativa in materia di dimissioni on line, stabilendo che tale procedura, oltreché con le modalità sinora in vigore (acquisizione del PIN da parte del sito Cliclavoro o invio per il tramite di patronati, organizzazioni sindacali, enti bilaterali o commissioni di certificazione), possa essere svolta anche presso gli studi professionali dei consulenti del lavoro e le sedi territoriali dell'Ispettorato nazionale del lavoro.
Naturalmente, per le modalità applicative di tale novità occorrerà attendere le necessarie istruzioni ministeriali.

pdf-iconversione stampabile